Foto Depositphotos

Allarme a Bologna, dove è stato riscontrato un caso di dengue. La segnalazione riguarda un caso accertato riscontrato nel quartiere di Porto Saragozza e immediate sono scattate le misure di profilassi da parte delle autorità comunali. Ma cos'è la dengue? Quali sono i sintomi e le conseguenze di questa malattia? Come difendersi? E come evitare il contagio?

La dengue, anzitutto, è una malattia infettiva che si trasmette attraverso la puntura di alcuni insetti vettori, in particolare la zanzara tigre. Quatto i virus coinvolti nel morbo: Den-1, Den-2, Den-3 e Den-4. Normalmente la malattia ha un decorso benigno, con fase acuta che dura circa una settimana e dolori articolari che in alcuni casi possono protrarsi per mesi.

La terapia si concentra sui sintomi, con farmaci che servono a ridurre i dolori, mentre per quanto riguarda le opere di prevenzione ci sono le pratiche di disinfestazione e di rimozione dei focolai larvali, concentrati soprattutto presso pozzetti, tombini di raccolta, sottovasi colmi d'acqua: tutti potenziali habitat per le larve di zanzara tigre.

La dengue è una piaga particolarmente evidente in Brasile, dove negli ultimi sei mesi le morti sono aumentate del 163 per cento rispetto allo stesso periodo del 2018. Recentemente lo stato di Minas Gerais ha dichiarato lo stato di emergenza sanitaria in relazione alla diffusione della malattia. Secondo il Comune di Bologna, in ogni caso, il caso di dengue accertato ha origine in Asia sudorientale. 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome