Brasile, giovane morto per una pallottola vagante: esplode la rivolta in una favela a Rio de Janeiro.

Alta tensione a Rio de Janeiro dove decine di abitanti di Morro do Borel, una delle favelas che circondano il quartiere Tijuca, hanno bloccato una strada, infuriati per la morte di un giovane, Gabriel Ferreira Alves, 18 anni, colpito da una pallottola vagante mentre aspettava l'autobus per andare a scuola. Non sono mancati gli scontri con la polizia, che li ha poi dispersi con gas lacrimogeni. Alcuni striscioni invocavano "pace e giustizia".

I MANIFESTANTI DANNO LA COLPA ALLA POLIZIA
Secondo i manifestanti, il ragazzo sarebbe stato colpito in uno scontro a fuoco tra la polizia e un gruppo di criminali, e che ad esplodere il colpo fatidico sia stata proprio la polizia. Gli agenti, invece, hanno escluso che la pallottola possa essere stata sparata da loro in quanto non era in corso un'operazione di polizia.

SITUAZIONE DELICATA A RIO
Rio de Janeiro, una delle principali destinazioni turistiche del Brasile, registra da decenni alti livelli di violenza nei suoi quartieri periferici, che sono lo scenario quotidiano di scontri a fuoco tra i gruppi del narcotraffico e le forze di sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome