Travolto e ucciso mentre andava in bici nell'Astigiano il pm Marcello Musso, titolare dell'inchiesta sulle aggressioni con l'acido (foto: Depositphotos).

Ha investito un ciclista di 25 anni lasciandolo agonizzante in strada. Addirittura, dopo pochi metri, resasi conto che la bici dello sventurato era rimasta incastrata sotto il paraurti della sua auto, si è fermata, ha "liberato" la vettura ed ha proseguito la sua corsa come se nulla fosse accaduto.

E' ACCUSATA DI OMICIDIO STRADALE
Lei è una ragazza di 28 anni: è stata arrestata il giorno dopo il tragico incidente, con l'accusa di essere alla guida dell'auto, una Fiat 500, che la notte scorsa ha travolto e ucciso un ciclista per poi darsi alla fuga. Contro di lei pende l'accusa di omicidio stradale e omissione di soccorso.

E' ACCADUTO A CERVIA
Il tragico fatto è accaduto a Cervia, in provincia di Ravenna, all'altezza della linea ferroviaria. A pochi metri, in pratica, dall'abitazione del giovane che, secondo quanto riferito dalla stampa locale, stava rientrando a casa quando è stato travolto. L'impatto gli è stato fatale: l'uomo in bicicletta sarebbe stato centrato in pieno dalla vettura.

NON SI E' FERMATA DOPO L'IMPATTO
Secondo i rilievi fatta dai carabinieri, chi era alla guida dell'auto non si sarebbe fermato al momento dell'impatto proseguendo per diverse centinaia di metri nonostante la bici fosse rimasta incastrata sotto la vettura e solo successivamente si sarebbe fermata per toglierla bici e proseguire la corsa.

CICLISTA TROVATO DA UN PASSANTE
Il corpo della vittima è stato trovato solo alle prime luci dell'alba di oggi (11 agosto), da un passante che ha poi dato l'allarme. La bici era sul lato di una carreggiata, distante diversi metri da dove è stato individuato il giovane ciclista. Un'auto medica e un'ambulanza del 118 sono subito giunte sul posto per i soccorsi ma i medici non hanno potuto fare altro che constatare la morte del 25enne.

RINTRACCIATO IL PIRATA DELLA STRADA
I carabinieri della compagnia di Cervia-Milano Marittima si sono subito messi sulle tracce del pirata della strada. I segni lasciati sull'asfalto, le tracce sulla bicicletta e il colore della carrozzeria dell'auto hanno permesso di rintracciare, dopo una serie di indagini, la vettura che ha investito il 25enne risalendo così al suo intestatario: una donna.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome