C'è l'accordo sul Conte-bis: Movimento Cinque Stelle e Partito Democratico hanno ufficializzato il loro sostegno a un nuovo esecutivo guidato dal premier, dimissionario in seguito alla cosiddetta 'crisi di Ferragosto' sancita dalla Lega.

Prima Nicola Zingaretti, segretario dem, ha comunicato a Mattarella l'appoggio a un nuovo - in tutti i sensi - governo Conte, che insegua obiettivi diversi rispetti a quelli perseguiti attraverso l'alleanza con Salvini e i suoi. Poi è stata la volta di Di Maio, capo politico pentastellato, rendere manifesta l'intesa con gli ex 'nemici' per un governo di lungo termine.

Da parte sua Matteo Salvini ha espresso pubblicamente la sua indignazione per il mancato ricorso alle urne: "Il mio è lo sconcerto di milioni di italiani di fronte all'indecoroso teatrino della guerra delle poltrone. Il presidente del Consiglio l'hanno trovato a Biarritz su indicazione del G7".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome