I giovani ricercatori italiani autori dei sei progetti vincitori del concorso 'Italy Made Me' sono stati premiati nel corso di una cerimonia presso l'Ambasciata d'Italia a Londra.

Il concorso, giunto alla sua quinta edizione, è nato per esaltare la ricerca accademica italiana nel Regno Unito. 'Italy Made Me' premia, infatti, i migliori progetti di ricerca condotti da ricercatori italiani formatisi in istituzioni italiane e che operano oggi presso le più importanti Università del Regno Unito.

L'iniziativa, voluta dall'Ambasciata d'Italia e sostenuta sia da imprese private sia da enti senza scopo di lucro, vuole valorizzare la qualità del sistema formativo italiano che si manifesta anche attraverso l’apprezzato lavoro dei giovani talenti italiani all’estero. La selezione dei progetti è opera del Consiglio Scientifico dell'Ambasciata.

Per questa edizione del concorso sono stati presentati 34 progetti nei seguenti ambiti: Life Sciences, Physical and Engineering Sciences, Social Sciences and Humanities. I 6 progetti vincitori abbracciano tematiche estremamente attuali e con un alto quoziente di impatto per le potenziali applicazioni scientifiche.

L'ambasciatore Raffaele Trombetta, che ha presieduto la cerimonia, ha sottolineato come  lo spirito di "Italy Made Me" contribuisce a riaffermare il valore della preparazione accademica per una compiuta realizzazione personale e professionale e l’indispensabile apporto degli esperti per affrontare le complesse sfide poste dalla contemporaneità e dal futuro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome