Oltre venti relatori italiani e internazionali si sono alternati sul palco del primo Summit Italia-Svezia sulla Salute dedicato a diabete e malattie cardiovascolari che si è svolto presso il Nobel Forum del Karolinska Institutet di Stoccolma. L’iniziativa, che segna un rafforzamento del partenariato tra l’Italia e la Svezia nel settore della ricerca medica, è stato organizzato dall’Ambasciata d’Italia in collaborazione con il professor Francesco Cosentino dell’Unità di Cardiologia dell’Istituto Karolinska e con il supporto di AstraZeneca.

Dopo l’apertura del convegno da parte dell’Ambasciatore d’Italia Mario Cospito, che ha espresso la sua soddisfazione per questo appuntamento che spera di ripetere il prossimo anno, sono intervenuti il Sottosegretario alla salute Sandra Zampa, la rappresentante del Governo svedese per le Scienze vive, Jenni Nordborg, il Vice Presidente di Assolombarda Sergio Dompé e il Presidente dell’Associazione delle aziende farmaceutiche svedesi, Anders Blanck. In chiusura della intensa giornata di lavori, sono saliti sul palco il Direttore Generale del CNR svedese, Sven Stafstrom ed i due Rettori del Karolinska Institute, Ole Petter Ottersen e dell’Università la Sapienza di Roma, Eugenio Gaudio. Le due università hanno anche firmato di recente un Memorandum di Intesa volto al rafforzamento dello scambio accademico, l'interscambio culturale e la cooperazione in ambito di insegnamento e ricerca.

L’evento faciliterà lo scambio di esperienze, consolida la cooperazione interdisciplinare ed interregionale ed ha fornito un utile contributo per l’adozione di protocolli finalizzati alla prevenzione. Secondo i dati forniti dall’OMS, le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte al mondo con 17,9 milioni di decessi nel 2016 (il 31% del totale), mentre il numero di persone affette da diabete è aumentato da 108 milioni nel 1980 a 422 milioni nel 2014.

“L’evento di oggi è un ulteriore passo verso la piena attuazione del programma esecutivo di cooperazione scientifica tra Italia e il Regno di Svezia e rispecchia altresì i contenuti dell’accordo di collaborazione tra Karolinska Institutet e Università La Sapienza di Roma”, ha commentato il Sottosegretario Sandra Zampa. “Mi auguro che il frutto di questa collaborazione tra i due Paesi porti a soluzioni sempre più innovative e avanzate per la gestione dei pazienti cronici, una delle sfide più impegnative che abbiamo davanti”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome