Due italiani, padre e figlia hanno conquistato sia il primo sia il secondo posto ai Campionati europei della pizza: sono Valentina e Salvatore La Porta, pizzaioli doc del locale Al Posto Giusto di Tagliuno di Castelli Calepio. La storia di questa vittoria parte da Salvatore La Porta che non è un semplice pizzaiolo. È una sorta di scienziato dell’impasto. Gli piace sperimentare, cercare la ricetta della pizza perfetta, mettersi alla prova in concorsi internazionali.

È proprio durante il "campionato europeo della pizza", che Salvatore è riuscito a sfornare (è proprio il caso di dirlo) la ricetta che gli ha fatto conquistare il secondo posto. Poco male visto che il gradino più alto del podio, gli è stato strappato dalla figlia. La giovanissima pizzaiola ha infatti stregato i giudici grazie alla leggerezza dell’impasto, frutto di anni di ricerca, e alla particolarità degli ingredienti proposti.

Valentina, 22 anni, è salita sul gradino più alto del podio con la sua pizza Sirenetta, un impasto composto da mix di farine, cereali e una percentuale di alghe essiccate in polvere; sopra crema di salicornia (asparagi di mare) mozzarella fiordilatte, Salicornia marinata, burrata, triglia marinata, aromatizzata e cotta su foglie di limone, sfere di acqua di mozzarella e di aceto balsamico, speck croccante e sbriciolato, estratto di fegato di triglia e cialda corallo.

Il secondo posto invece è andato al papà Salvatore con la Pizza Osso Buco, impasto composto da mix di farine, più cereali e zafferano; sopra, la farcitura è stata fatta con demiglass e mozzarella fiordilatte. Al termine della cottura sono stati aggiunti polpa di stinco scaloppato, spuma di grana padano, aria di carote, sorbetto di sedano, melassa di cipolla dorata, finto osso con pastafillo, midollo osseo, polvere di risotto alla milanese, nuvola di risotto e gremolada.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome