Foto Depositphotos

Lazio quasi fuori, Roma nei guai. Un autentico disastro per le due squadre capitoline la quarta giornata della fase a gironi di Europa League. Entrambe sconfitte all'ultimo minuto e con l'identico punteggio (1-2).

I biancocelesti s'arrendono in casa al Celtic e restano appesi a un filo: per qualificarsi devono battere il Cluj con due gol di scarto all'Olimpico nella prossima partita, vincere a Rennes e sperare che i romeni perdano anche l'ultima gara in casa proprio contro gli scozzesi.

La squadra di Inzaghi va in vantaggio dopo 7' grazie a una prodezza del solito Immobile, ma al 38' il Celtic pareggia con Forrest, che buca Strakosha con un diagonale non irresistibile. Nella ripresa grandi occasioni per entrambe le squadre e all'ultimo minuto l'ex genoano Ntcham firma la beffa.

La squadra di Fonseca, invece, è ancora beffata in zona Cesarini dal Borussia Moenchengladbach, che con Thuram trova il 2-1 che sconvolge in extremis gli equilibri del girone.

Prima aveva fatto tutto Fazio, al 35' con una clamorosa autorete a cui aveva posto rimedio al 19' della ripresa. Giallorossi raggiunti a quota cinque in classifica proprio dai tedeschi, che però sono avanti per lo scontro diretto. In testa c'è il Basaksehir con sette, ultimo il Wolfsberg a quota quattro.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome