Depositphotos

La quarta edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo arriva anche a Brasilia, con l’obiettivo di promuovere nella capitale brasiliana le tradizioni culinarie ed enogastronomiche quali segni distintivi dell’identità e della cultura italiana.

Puntando sulla promozione della cultura del gusto, presso l’Ambasciata sono programmate tre iniziative aperte al pubblico. Il 19 novembre, giorno dell’apertura ufficiale della rassegna, è in programma un seminario sul Prosecco DOCG a cura del sommelier Eugenio Cue della società di importazione vini Del Maipo, volto a valorizzare l’inserimento delle “Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadone” nella lista del Patrimonio mondiale dell’umanità dell’UNESCO.

Il 20 novembre, il cheesemaker Pietro Spina e lo chef Giorgio Ridolfi effettueranno una dimostrazione pratica del know-how italiano nella produzione di mozzarella e burrata fresca.

Il 21 novembre, lo chef pizzaiolo Mario Tacconi illustrerà l’arte della preparazione del tradizionale impasto di pizza italiana, sul tempo di riposo, sulla stesura dell’impasto e sugli ingredienti che devono essere utilizzati per realizzare una pizza in casa.

In aggiunta alle attività aperte al pubblico, nell’ambito della settimana della cucina sono previsti dei corsi presso centri di formazione della capitale, quale investimento per il futuro della cucina italiana in Brasile. ALMA (Scuola Internazionale di Cucina Italiana) offrirà dal 25 al 29 novembre un masterclass sulla pasticceria italiana agli allievi di gastronomia del SENAC, che riceveranno anche un corso sulla pizza da parte dello Chef Mario Tacconi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome