Depositphotos

Una bomba è stata fatta esplodere a Foggia davanti al centro per anziani "Il Sorriso di Stefano" in via Vincenzo Acquaviva. L'ordigno ha divelto l'insegna e danneggiato alcune auto in sosta. A piazzarla sarebbe stato, come emerge da un'analisi preliminare dei filmati di sicurezza, un uomo incappucciato. All'interno della struttura era presente una donna delle pulizie, rimasta illesa e soccorsa dal 118 in stato di shock.

LA VITTIMA Il centro è di proprietà del gruppo "Sanità più", il cui responsabile delle risorse umane è Cristian Vigilante, testimone in un'inchiesta antimafia, che aveva subito già un attentato il 3 gennaio: una bomba era stata fatta esplodere sotto la sua auto. Il ministro dell'Interno Lamorgese ha annunciato l'invio di un contingente straordinario di forze dell'ordine.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome