Transiti è una start up che nasce a marzo 2018 per offrire un servizio di supporto psicologico online rivolto agli italiani residenti all’estero, che vivono situazioni di difficoltà o disagio legate al nuovo contesto o alla lontananza da casa. Il tutto avviene tramite una sofisticata tecnologia Voip che ha permesso di trasformare una piattaforma digitale in una sorta di chaise longue di uno studio di psicoterapia.

Attualmente transiti si avvale di un comitato tecnico scientifico multidisciplinare formato da studiosi emeriti quali il direttore del dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino Alessandro Zennaro e il professore Salvatore Gullo dell’Università di Palermo. Il gruppo di terapeuti è formato da quindici psicologi e psicoterapeuti selezionati (tutti professionisti laureati e iscritti all’Ordine), con una formazione omogenea e una sensibilità particolare alle dinamiche di espatrio e alle problematiche di chi vive all’estero.

Tutti gli incontri online effettuati durante la terapia avvengono nella d-Stanza, una stanza virtuale creata appositamente da transiti per gestire le consulenze psicologiche in luoghi e fusi orari diversi. La d-tanza è un ambiente sicuro e accogliente, dove ci si può relazionare via Voip con il terapeuta ed è protetta da una tecnologia avanzata con crittografia end-to-end, che garantisce totale sicurezza e rispetto della privacy. Non è richiesto alcuno scambio di informazioni personali tra paziente e terapeuta, gli incontri non vengono registrati né i dati di accesso venduti a terzi.

Transiti è partner di una sperimentazione all’interno del progetto di telemedicina dell’Asl Roma 6 che ha preso il via a inizio ottobre per la validazione scientifica di un modello di psicoterapia breve online, in collaborazione con l’Università degli Studi di Palermo e l’Università degli Studi di Torino.

Si rivolge a studenti, aziende, enti pubblici e privati, a chi lavora nel terzo settore cercando di tutelare la salute emotiva e mettere l’espatriato in condizioni di vivere al meglio un’esperienza stimolante e impegnativa.

“Ci rivolgiamo a chi vuole ritrovare equilibrio, serenità e consapevolezza di sé durante un’esperienza di vita complessa potenziamente destabilizzante, in aree geografiche dove non esiste la possibilità di avere assistenza psicologica in italiano” ha dichiarato Anna Pisterzi, torinese, psicologa, psicoterapeuta e ceo di transiti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome