Depositphotos

Rientreranno in Italia lunedì, i 67 connazionali al momento ancora bloccati a Wuhan. Una volta atterrati, saranno trasferiti nel Centro olimpico della Città militare della Cecchignola, a Roma. Sempre lunedì scatteranno anche i rimpatri dei turisti cinesi che si trovano nella penisola.

L’allarme per il coronavirus, dopo i due casi di Roma, è altissimo. Per questo motivo si è deciso di effettuare prevenzione anche sulle navi che attraccheranno nei porti italiani: i medici potranno effettuare analisi, così come avviene negli aeroporti, per verificare le condizioni di salute dei passeggeri.

I NUMERI DEL CORONAVIRUS IN CINA

259 i morti accertati, continuano ad aumentare i contagi, arrivati a quota 12mila. La Cina è sempre più isolata e mancano mascherine e materiale medico. Intanto scatta anche l’allarme aviaria ad Hunan, non lontano da Wuhan: le autorità, rilevato il virus H5N1, hanno abbattuto 20mila polli.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome