Massimo Bottura arriva a Los Angeles. E lo fa all'ultimo piano della rinnovata boutique Gucci nella super esclusiva Rodeo Drive. Bottura ha già parlato del suo ultimo progetto al Wall Street Journal descrivendo la sua nuova creatura come un ristorante che "rifletterà maggiormente lo stile americano, usando ingredienti californiani ma con un tocco italiano". L'accordo Gucci-Bottura ha già avuto la sua premiere a Firenze, ma questo ristorante a stelle e strisce, a differenza dell'omologo italiano, servirà anche piatti vegetariani e un maggior numero di portate a base di pesce. La partnership tra Bottura e la maison Gucci è cominciata quando il CEO della casa di moda, Mario Bizzarri con il creative director Alessandro Michele hanno inaugurato un piccolo ristorante nel piano più alto di Palazzo della Mercanzia a Firenze. Il ristorante, destinato anche lì a una clientela di élite, a prezzi elevati ovviamente, nel novembre 2019 ha ricevuto anche una stella Michelin. E visto che si tratta di un ristorante Gucci ovviamente ha fatto della eleganza uno dei suoi punti forte e a Los Angeles si avrà una terrazza che si affaccerà su Rodeo Drive. Ma non si ferma alla California la accoppiata Bottura-Gucci. Infatti sempre al WSJ è stata annunciata l'apertura di un terzo locale, questa volta in Giappone, a Tokyo. "Ma sarà l'ultimo che faremo" ha aggiunto ancora Bottura, che così ha fatto tacere le voci che volevano altri ristoranti della coppia in giro per il mondo. Bottura ha aperto la sua 'Osteria Francescana' nel 1995 a Modena e dalla città emiliana è partita la sua fama, e le tre stelle Michelin, con il primato, ottenuto nel 2016 e 2018 nel World's Fifty Best Restaurant, i cinquanta migliori ristoranti nel mondo. Bottura, nato a Modena il 30 settembre 1962, la sua passione per la cucina l'ha sviluppata guardando la mamma, la nonna e la zia preparare i pranzi per la famiglia, poi il primo apprendistato dallo chef Georges Coigny e da lì la fama.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome