Pippo Delbono, uno tra gli artisti più apprezzati ed amati del teatro italiano contemporaneo, e l'Emilia Romagna Teatro fondazione (ERT), in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Parigi, mettono a disposizione del pubblico francofono due dei suoi spettacoli sottotitolati in francese, Dopo la battaglia e Vangelo, di cui i parigini avevano già fatto la felice scoperta in occasione della loro programmazione al Teatro del Rond-Point nel 2012 e 2017. Gli spettacoli saranno online sul canale Vimeo dell’Istituto fino a martedì 30 giugno.

VANGELO

Qualche giorno prima della sua morte, la madre di Pippo Delbono gli ha detto: “Perché non fai uno spettacolo sul Vangelo, per dare un messaggio d’amore con uno spettacolo tuo? Ne abbiamo davvero bisogno in questo momento”. Delbono, che aveva il ruolo di Dio in un film di Peter Greenaway, si è ricordato la frase di un personaggio: “Non è Dio che ha creato l'Uomo, ma l’uomo che ha creato Dio”.

Con le voci sentite nei campi tzigani, nei campi di profughi o semplicemente per strada e con le musiche di Enzo Avitabile, Pippo Delbono compone una messa laica che mischia ridere, derisione, melodramma, tenerezza, rispetto. E che attinge ispirazione anche da un’altra fede: il comunismo.

DOPO LA BATTAGLIA

“Mi torna in mente la calma dopo la tempesta, il bisogno di lucidità dopo la follia”.
Delbono danza con le sue creature per raccontare le vanità disumane e i sacrifici di tutti i conflitti in corso. Che si tratti di guerre o di orrori, lo spettacolo diventa una festa, una celebrazione delle forze della vita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome