Foto Depositphotos

Il Napoli spreca e pasticcia in difesa, l'Atalanta invece si conferma cinica e spietata: la sfida tra le squadre più in forma del campionato (cinque vittorie di fila gli azzurri, sei i bergamaschi) premia la truppa di Gasperini, che s'impone 2-0 e blinda definitivamente il quarto posto.

Sono addirittura 15 i punti di distacco tra le due formazioni in classifica, con Gattuso che può recriminare a fine gara per le occasioni fallite nel primo e nel secondo tempo e, soprattutto, per i clamorosi pasticci che spianano la strada all'uno-due orobico nei primi minuti della ripresa. In porta c'è Meret, sostituto di Ospina, costretto a uscire dopo mezz'ora per un taglio al sopracciglio successivo a uno scontro con Caldara.

Al 2' Fabian e Di Lorenzo perdono un pallone sanguinoso in area, che Gomez trasforma nell'assist per il vantaggio di Pasalic. Al 10', invece, un tiro sbilenco di Toloi diventa un assist per Gosens, che firma il raddoppio. Inutili gli ingressi di Lozano, che pure dà verve all'attacco azzurro, e di Milik: finisce 2-0.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome