Il presidente Alberto Fernandez in un'immagine tratta dal sito ufficiale della Casa Rosada argentina

Martin Guzman, ministro dell'Economia argentino,  ha formalizzato una nuova proposta di ristrutturazione di quasi 67.000 milioni di dollari di debito estero annunciata in aprile, contenente "miglioramenti dei termini e delle condizioni" nel processo di sostituzione dei vecchi titoli con nuovi emessi dallo Stato argentino.

NUOVA PROROGA NEL NEGOZIATO CON I CREDITORI
Ieri il presidente Alberto Fernandez e il ministro Guzman avevano annunciato una nuova proroga del negoziato con i creditori fino al 28 agosto, ma nel documento diffuso oggi si precisa che "il periodo di sottoscrizione dei nuovi titoli sarà da ora fino al 4 agosto".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome