La campagna di promozione dei test sierologici fatta dalla Croce Rossa è stata un fallimento? Un'indagine Istat sulla circolazione del coronavirus - effettuata attraverso test sierologici a campione - dice che su 150mila esami preventivati, ne sono stati fatti solo 70mila: meno della metà degli italiani hanno risposto alla chiamata della Croce Rossa per sottoporsi all'esame. Difficile ribaltare il trend in così pochi giorni. Il problema non è tanto la mancata risposta alla "chiamata alle armi", quanto il fatto che i test stiano per scadere: a metà luglio saranno già inutilizzabili per l'indagine. Una "beffa" che difficilmente potrà essere rovesciata nei dieci giorni rimanenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome