La cancelliera tedesca Angela Merkel ha presentato ieri al Parlamento Europeo i punti chiave e gli obiettivi della sua presidenza. Tono fermo e rigore matematico, obiettivi chiari e programma schematico. Ma traguardi ambiziosi e un progetto che se verrà realizzato promette di portare il vecchio continente sulla scena mondiale. La Merkel si appella al Parlamento Europeo indicando la volontà di una piena e totale collaborazione con tutti i rappresentanti dei paesi membri. La cancelliera ha presentato le priorità della presidenza tedesca, cinque punti essenziali su cui concentrarsi: i diritti e valori fondamentali, la coesione la protezione del clima la digitalizzazione e la responsabilità dell’Europa nel mondo.

I cinque punti annunciati dalla Merkel sono necessari per trasformare in maniera sostenibile l’Europa se la si vuol preservare e proteggere. In un panorama mondiale che vede ordini trasformarsi rapidamente l’Ue potrà affermarsi in maniera responsabile. La Merkel ha ricordato quanto la pandemia sia stata devastante per i cittadini tutti, colpendoli nella salute e soprattutto in tutti gli aspetti economici possibili. La cancelliera ha rimarcato fortemente la profonda convinzione personale nell’Europa come eredità del passato ma soprattutto come speranza e visione per il futuro.

La Merkel ha poi discusso con il Parlamento europeo i meriti del pacchetto di salvataggio da trilioni di euro. I deputati hanno chiesto un ruolo più ampio nei colloqui sul bilancio. La Merkel ha detto alla camera che non c'era tempo da perdere per trovare un accordo per il fondo di recupero indicando la necessità di un accordo "prima della pausa estiva", affermando "dobbiamo tutti scendere a compromessi".

"Non dovremmo essere ingenui", ha detto ai deputati. Aggiungendo che gli euroscettici sono in attesa di usare la crisi per far avanzare i propri interessi nazionalisti. "Possiamo progredire solo se proteggiamo l'Europa insieme". La prossima settimana, lo ricordiamo i leader dell'UE si incontreranno per cercare di concludere un accordo per il pacchetto di salvataggio. L’accordo tra gli altri prevede di utilizzare il debito condiviso per la prima volta. Ma alcuni paesi del nord Europa si oppongono al debito comune con i paesi del sud dell'UE, come la Grecia e l'Italia.

La Merkel infine ha anche affrontato altri settori prioritari della presidenza tedesca del Consiglio. Facendo riferimento ai colloqui sulla Brexit in stallo. Ha detto che l'UE dovrebbe prepararsi per uno scenario No Deal. "L'Europa è capace se restiamo uniti e uniti", è stata la sua osservazione conclusiva prima dell'applauso nella camera.

Da Bruxelles: Margareth Porpiglia

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome