(Depositphotos)

Il presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella e il suo omologo sloveno Borut Pahor si sono incontrati a Basovizza, sul Carso triestino, nella commemorazione delle foibe. Luogo iconico per i familiari delle vittime delle violenze del 1943-45, si stima abbia "visto" gettare al suo interno circa 2mila italiani tra militari e civili. Nel 1980 il pozzo della omonima città fu classificato come monumento di interesse nazionale.

MANO NELLA MANO Il momento particolarmente toccante della celebrazione è stato quello dei due presidenti che si danno la mano, dopo essersi avvicinati alla corona di fiori che due corazzieri avevano deposto pochi istanti prima. E' la prima volta che il presidente di una nazione nata dalla disgregazione dell'ex Jugoslavia omaggia alle vittime italiane delle foibe.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome