(foto depositphotos)

La Juventus non va oltre il pari in casa del Sassuolo, rischia l'ennesima rimonta-beffa, ma alla fine porta a casa un prezioso pareggio dal sapore di scudetto. Il 3-3 del Mapei Stadium è un piccolo passettino in avanti per i bianconeri, complice anche l'ennesimo passo falso della Lazio, bloccata sullo 0-0 a Udine.

Contro la squadra di De Zerbi ai bianconeri non bastano i due gol di vantaggio firmati da Danilo e Higuain. Il Sassuolo accorcia le distanze con Djuricic e nella ripresa opera il sorpasso con Berardi e Caputo, prima del definitivo pari di Alex Sandro.

Vince anche la Roma, che batte 2-1 il Verona e ipoteca il quinto posto. I giallorossi centrano il terzo successo consecutivo grazie al rigore trasformato in avvio da Veretout e al raddoppio di Dzeko. Inutile, per gli scaligeri, la rete realizzata in avvio di ripresa da Pessina.

Nelle zone basse della graduatoria, successo cruciale per la Fiorentina a Lecce. I viola vincono 3-1, si mettono ormai al sicuro e inguaiano i salentini, sempre terzultimi in classifica. Di Chiesa, Ghezzal e Cutrone le reti del colpaccio toscano, nonostante un rigore sbagliato da Pulgar. Allo scadere, gol della bandiera leccese a opera di Shakhov.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome