L’Ambasciata d’Italia a Seul e l’Istituto Italiano di Cultura di Seul, in collaborazione con Uni-Italia, centro di promozione accademica per l’orientamento allo studio in Italia, hanno organizzato per oggi, 20 luglio, la Giornata virtuale sulla formazione superiore italiana, con l’obiettivo di attrarre un maggior numero di studenti sudcoreani verso il nostro Paese.

L’evento, realizzato in videoconferenza alle 16 ora locale (le 9 di Roma) presso High Street Italia - uno spazio tutto italiano creato dall’Agenzia ICE di Seul nel cuore di Chungdam, il quartiere più esclusivo della capitale sudcoreana - ha riscosso un grandissimo successo sia presso le università italiane, grazie all’efficace coordinamento svolto da Uni-Italia, sia presso il pubblico coreano.

Alla giornata hanno partecipato quarantotto università, istituti di ricerca e istituzioni dell'Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica italiane, una ventina tra le agenzie coreane per lo studio all’estero e tre testimonial coreani con esperienza di studio in Italia. 

L’evento è stato aperto dall'Ambasciatore d'Italia a Seul Federico Failla e dal Segretario Generale di Uni-Italia Alberto Ortolani. Sono poi seguite la presentazione del sistema formativo superiore italiano, a cura di Uni-Italia, la presentazione dell'indagine di mercato sulla Repubblica di Corea effettuata dall’Ambasciata e la testimonianza di tre testimonial coreani che hanno studiato in Italia. 

La giornata virtuale fa parte di una serie di eventi originali di promozione del sistema formativo italiano, mirati soprattutto alle agenzie coreane che si occupano di inviare gli studenti all'estero.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome