(Depositphotos)

SPECIALE ELEZIONI Sono iniziate alle 15 le operazioni di spoglio dei voti per quanto riguarda il referendum sulla riduzione dei parlamentari, al quale 46.641.856 milioni di cittadini italiani erano chiamati. Dai primi exit poll pare sia in netto vantaggio il "" (intorno al 70%), mentre il "No" sembrerebbe attestarsi intorno al 30%. Alla Camera dei deputati il numero di onorevoli scenderà da 630 a 400, al Senato da 315 a 200. L'affluenza è stata del 53.84%, come reso noto dal ministero dell'Interno.

DI MAIO: "RISULTATO STORICO" "Torneremo ad avere un Parlamento normale, e questo è solo grazie al M5s", queste sono state le parole del leader pentastellato Luigi Di Maio, che ha commentato i risultati del referendum.

ZINGARETTI: "APERTA LA STAGIONE DELLE RIFORME" "Con la vittoria del Sì, si apre una stagione di riforme". Questo è quanto ha affermato il segretario dem, Nicola Zingaretti, commentando i risultati del referendum costituzionale. "Sono soddisfatto, il Pd si riconferma come partito del cambiamento".

REGIONI, FINISCE 3-3 Dal possibile "cappotto" profetizzato da Salvini a un sostanziale pareggio. Il centrosinistra "tiene" nelle regioni più importanti e popolose, cedendo al centrosinistra soltanto le Marche. In Veneto trionfa Zaia, in Campania De Luca. In Toscana la spunta Giani, in Puglia si conferma Emiliano. Nelle Marche vince Fdi con Acquaroli, in Liguria netta la vittoria di Toti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome