Depositphotos

La Settimana della Lingua Italiana nel Mondo 2020 si terrà dal 19 al 25 ottobre e avrà come filo conduttore "L’italiano tra parola e immagine: graffiti, illustrazioni, fumetti". Gli eventi e le attività verteranno sulle forme espressive che valorizzano la lingua italiana attraverso l’immagine, con un’enfasi particolare sul fumetto, la novella grafica e più in generale la filiera dell’editoria per l’infanzia e l’adolescenza. La Settimana della Lingua Italiana nel Mondo è un appuntamento che si tiene dal 2001 ogni anno nella terza settimana di ottobre. Organizzata dalla rete diplomatico-consolare e degli Istituti Italiani di Cultura assieme a MiBACT, MUR e ai principali partner della promozione linguistica in Italia (Accademia della Crusca, Società Dante Alighieri) e al Governo della Confederazione Elvetica, la Settimana è divenuta nel tempo una delle più importanti iniziative dedicate alla celebrazione della lingua italiana nel mondo. Sin dalla sua istituzione, questo appuntamento ha ricevuto annualmente l’Alto Patronato da parte della Presidenza della Repubblica. Ogni Settimana è dedicata a un tema diverso, che serve da filo conduttore per un ricco programma di conferenze, mostre e incontri. La scorsa edizione, dal titolo "L’Italiano sul palcoscenico", ha dato vita a un ampio ventaglio di eventi (circa 900 in oltre 100 paesi) dedicati alla musica, alla canzone popolare, al teatro, alla drammaturgia e al melodramma. Nelle precedenti edizioni la Settimana si era concentrata sui legami con la creatività, con un’attenzione particolare alle industrie culturali quali la musica (2015), il design e la moda (2016), il cinema (2017). L’edizione 2018 ha invece esplorato i rapporti tra la lingua e la rete, nella sua accezione sia fisica sia digitale. Tra i partner istituzionali, il MUR ha manifestato l’intenzione di coinvolgere le Università e le istituzioni dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (AFAM), mentre il MiBACT metterà a disposizione le competenze della propria Direzione Generale Biblioteche. Anche il Centro per il libro e la lettura (CePeLL) del MiBACT parteciperà all’edizione del 2020, con una serie di attività online sul tema dell’Italia come "vocabolario": illustratori e graphic novelist rappresenteranno graficamente una o più parole congeniali alla loro visione d’arte; ne realizzeranno poi un filmato che sarà messo a disposizione del Centro e degli Istituti di Cultura interessati. La Settimana sarà infine all’interno del programma del "Maggio dei Libri" del Centro. L’Accademia della Crusca curerà come di consueto una raccolta di saggi sul tema della manifestazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome