In un momento in cui l’editoria soffre in tutto il mondo, ‘La Gente d’Italia’ si apre a nuove avventure per diventare ancora di più un tutt’uno con i propri lettori. Molti giornali, purtroppo, hanno mollato la presa chiudendo le rotative: troppi i costi, pochissimi i ricavi.

Soprattutto per i cartacei: a parte la redazione, bisogna sostenere i costi importanti di carta, stampa e distribuzione. In un momento in cui la pubblicità latita alquanto. Ma per questo quotidiano, direttore in testa, il giornalismo è una malattia da cui non si guarisce e quindi siamo qui a dirvi di alcune novità che ci riguardano. La prima è logistica e ci avvicina ancora di più alle persone. Già, perché abbiamo lasciato la vecchia sede all’interno del condominio di Pocitos (dove a causa del Coronavirs non è neanche facile l’accesso) per spostarci in un palazzetto a due piani in centro a Montevideo. In Soriano 1268 per la precisione, con l’accesso diretto dalla strada. Insomma, ancora a più stretto contatto con la realtà e i lettori.

Uno spazio grande che sarà diviso in più aree: ci sarà una sala registrazione per la tv, per esempio, o una sala adibita per le conferenze. Sarebbe bello poter organizzare, qui, una volta che sarà finita la pandemia, dibattitti con la comunità italiana in Uruguay. Dovrà diventare, questa sede, un vero punto d’incontro tra la gente e i governanti, dove noi, come sempre, fungeremo da garanti e da ‘cani da guardia’ dell’attualità. Ma tra le novità che partiranno a brevissimo c’è una che vogliamo sottolineare in maniera particolare e riguarda un video-giornale quotidiano con le notizie o i commenti più importanti della giornata che sarà visibile sul sito www.genteditalia.org e sulla pagina ufficiale del giornale di Facebook. Altri video che coinvolgeranno anche le Associazioni e i club (quando sono nati, le loro attività passate, presenti e future, i soci...) sul territorio uruguaiano e non...

Un modo per essere ancora più vicini alle persone che in tutti questi anni hanno dimostrato attaccamento a noi, dandoci la propria fiducia. Un video-giornale che sarà nello stile de ‘La Gente d’Italia’: vero, anche duro quando sarà giusto esserlo. Che sarà curato dai nostri validissimi colleghi Stefano Casini e Matteo Forciniti. Insomma, questo giornale non ‘tradisce’ la carta, ma si adegua ai tempi continuando a lavorare anche sul digitale. E a proposito, grazie davvero per la forte attenzione che Voi Lettori avete nei confronti sia del sito che della pagina Facebook, quest’ultima arrivata a più di 15mila fan giornalieri. Per quanto riguarda il mondo digitale, stiamo anche pensando di rifare una scuola per giornalisti multimediali, così da potersi preparare al meglio verso le nuove sfide che questo mestiere propone.

Ma non finisce qui. A febbraio, prima dell’emergenza legata al Covid-19, vi anticipammo che avevamo firmato un accordo tra il nostro quotidiano e il settimanale argentino ‘Perfil’. Ovviamente un accordo rimandato ‘a data da destinarsi’ per i motivi sanitari di cui purtroppo tutti siamo a conoscenza. Ma fidatevi, non appena le frontiere torneranno aperte, il tutto si trasformerà in realtà.

Dulcis in fondo, una novità di certo interessante per Voi Lettori. Una volta al mese ci sarà la possibilità di visitare la nostra postazione alla tipografia della Planta, dove in sostanza si stampa il giornale. Un’occasione davvero eccitante per scoprire la lavorazione di un quotidiano, da quando dalla redazione arrivano in tipografia i pdf con le pagine che vengono raggruppati e inseriti dai nostri grafici: un’operazione davvero affascinante che con la sapiente guida del direttore Mimmo Porpiglia e i grafici sarà davvero indimenticabile perché… è la stampa, bellezza…. Prenotarsi in tempo...

Continuate a seguirci, continueremo a stare dalla Vostra parte, amici Lettori.

Sempre.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome