Depositphotos

ARCHIVIATO PINOCHET Dopo un anno travagliato, a seguito delle numerose rivolte popolari contro le disuguaglianze sociali, i cileni hanno votato a larghissima maggioranza a favore di una nuova costituzione in sostituzione di quella ereditata dall'era di Pinochet. Secondo i risultati quasi definitivi che coprono oltre il 99% dei seggi elettorali, i voti a favore di una nuova costituzione hanno raggiunto il 78,28%, con un'affluenza intorno al 50%.

LE RIFORME I 155 membri dell'Assemblea Costituente saranno scelti in occasione delle amministrative dell'11 aprile 2021, sulla base di un criterio di parità di genere e con una rappresentanza di delegati delle popolazioni indigene. I seggi avvieranno i lavori nel maggio 2021 e il risultato del suo lavoro sarà sottoposto a un referendum di ratifica popolare che si svolgerà nel secondo semestre del 2022.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome