È l’avvenimento sportivo – inteso come singola partita – più visto al mondo e, non a caso, uno spot pubblicitario durante la trasmissione del match può arrivare a costare milioni di dollari. Il Super Bowl, la finale del campionato di football americano, è evento che paralizza l’America. Un evento che stavolta ha avuto un epilogo a sorpresa, col successo – fuori pronostico – dei Philadelphia Eagles sui New England Patriots.

Le ‘Aquile’ si sono imposte col risultato di 41-33, aggiudicandosi l’edizione numero 52 del Super Bowl, giocato a Minneapolis. Per la squadra di Philadelphia si tratta del primo titolo, conquistato grazie ad una condotta di gara praticamente perfetta, ispirata dalla lucida regia del quarterback Nick Foles e da una difesa capace di bloccare, nel finale, il disperato tentativo di rimonta avversario, guidato dal temutissimo Tom Brady.

Per Foles il meritato riconoscimento di Mvp della partita, mentre a Philadelphia già impazzava la festa, durata tutta la notte, per un’impresa mai centrata in precedenza nella lunga storia della franchigia.

Rino Dazzo