Vic Damone, che in realtà si chiamava Vito Rocco Farinola, la fama se l’era costruita negli anni Quaranta e Cinquanta. Cantante, i suoi brani più celebri sono stati ‘I Have But One Heart’ e ‘You Do’. Damone è morto a Miami Beach l’11 febbraio, era ricoverato al Mount Sinai Medical Center, le cause del decesso probabilmente una insufficienza respiratoria.

Figlio di un elettricista nato a Bari, la madre insegnava pianoforte, mentre la cugina, Doretta Morrow sarebbe diventata una cantante-attrice. L’ispirazione a diventare un musicista l’aveva avuta da Frank Sinatra, il suo idolo, del quale, in seguito, sarebbe anche divenuto amico.

Cominciò prendendo lezioni di canto, poi diventò una delle voci del coro della chiesa, alla St. Finbar’s Church. Quando il padre rimase ferito durante il lavoro, dovette lasciare la scuola e a Manhattan trovò un posto come usciere e operatore di ascensore, ma lì conobbe Perry Como che, colpito dalle sue qualità vocali, lo incoraggiò a continuare a cercare la strada della musica.

Cambiò nome, Vic da Vito e Damone era il cognome da nubile della mamma e partecipò poi, vincendo, a un famoso concorso per voci nuove dell’epoca. Il suo primo disco ‘I Have But One Heart’ arrivò fino alla settima posizione della Billboard. Cantante, ma anche personaggio tv, aveva condotto il suo show nel 1962 su NBC, ma aveva preso parte anche a diversi film.

Show radiofonici prima e televisivi poi, personaggio celebre nel mondo dello spettacolo, si
sposò cinque volte e divorziò quattro. Nella sua autobiografia, uscita nel 2009, raccontò la relazione con la figlia di un pregiudicato e della Mafia che aveva firmato la sua morte, ma fu salvato per l’intervento di un celebre boss, Frank Costello. La figlia Victoria nel 2015 ha poi svelato un retroscena che ebbe protagonista Frank Sinatra, con un allibratore.

Caterina Pasqualigo