Imbottita di seconde linee e priva di Messi, l'Argentina ha piegato 2-0 l'Italia nell'amichevole di Manchester. Azzurri troppo timidi in avvio e poco concreti in avvio di ripresa, nell'unica fase del match in cui la squadra di Di Biagio è sembrata in grado di dare fastidio a quella di Sampaoli. Reti decisive nell'ultimo quarto d'ora a opera di Banega e Lanzini.

IL PRIMO TEMPO

Poche emozioni nella prima parte di gara, con Parolo a spedire alto di testa dopo pochi minuti e sterile possesso palla argentino. Nel finale due occasioni: bravo Buffon a opporsi prima a Tagliafico, poi a Higuain.

LA RIPRESA

Nel secondo tempo azzurri pericolosi in contropiede, complici i pasticci della retroguardia sudamericana. Le occasioni migliori tra i piedi di Insigne e Immobile: fuori la girata da due passi dell'attaccante del Napoli, bravo Caballero a opporsi sulla conclusione del laziale e a ripetersi sul destro a giro dello stesso Insigne. A 15' dalla fine il vantaggio argentino: Banega, da poco in campo, ha superato Buffon con un sinistro dal limite. Al 40' il raddoppio di Lanzini in contropiede, con la difesa azzurra incredibilmente sbilanciata.

ITALIA-ARGENTINA 0-2 TABELLINO

Italia (4-3-3): Buffon; Florenzi (15′ st Zappacosta), Bonucci, Rugani, De Sciglio; Parolo (15′ st Pellegrini), Jorginho (41′ st Belotti), Verratti (26′ st Cristante); Chiesa (15′ st Candreva), Immobile (29′ st Cutrone), Insigne. A disp. Donnarumma, Perin, Ferrari, Darmian, Ogbonna, Bonaventura, Spinazzola, Verdi, Gagliardini. All. Di Biagio

Argentina (4-2-3-1): Caballero; Bustos (44′ st Mercado), Otamendi, Fazio, Tagliafico; Paredes (19′ st Banega), Biglia; Lanzini, Lo Celso (31′ st Pavon), Di Maria (19 st Perotti); Higuain. A disp. Romero, Guzman, Acuna, Messi, Funes Mori, Mascherano, Perez, Rojo, Correa, Martinez. All. Sampaoli

Arbitro: Atkinson (Inghilterra)
Reti: 30′ st Banega, 40′ st Lanzini
Note: prima dell’inizio della gara osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Davide Astori. Spettatori 25mila circa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome