Il supermercato preso d'assalto a Trebès, in Francia

Torna l’incubo del terrorismo in Francia per due distinti episodi che hanno provocato morti e feriti. A Carcassonne, sui Pirenei francesi, un uomo ha esploso colpi d’arma da fuoco contro alcuni poliziotti: uno degli agenti è rimasto ferito alla spalla, ma non è in pericolo di vita. Poco dopo a Trebes, cittadina poco lontana dalla zona del raid, un altra persona, probabilmente la stessa persona entrata in azione a Carcassonne, si è barricata in un supermercato della catena “Super U” e ha catturato alcune persone come ostaggio sparando alcuni colpi.

RUBA UNA MACCHINA E UCCIDE UN UOMO
Si tratta, come poi è stato scoperto più tardi dalle forze dell’ordine, di un marocchino di 25 anni già schedato per radicalizzazione e dunque noto agli ambienti investigativi transalpini. Prima di dare l’assalto all’esercizio commerciale, l’assalitore ha rubato un’auto, una Opel bianca, fermando il conducente e sparando contro di lui, ferendolo gravemente. Il terrorista ha poi ha sparato anche contro il passeggero che era seduto accanto, uccidendolo.

HA URLATO “ALLAH AKBAR”
Il marocchino sostiene di appartenere all’Isis e di voler vendicare la Siria. A quanto pare ha chiesto il rilascio di Salah Abdeslam, l’unico superstite degli attentati parigini del 13 novembre 2015, attualmente in carcere in Francia: secondo un testimone, entrando nel supermercato di Trebes avrebbe ha urlato “Allah Akbar“.

HA UCCISO DUE UOMINI
Secondo il quotidiano regionale “La Depeche”, all’interno del supermarket, il terrorista ha estratto la pistola, sparato cinque colpi di arma da fuoco e ha ammazzato il macellaio al banco delle carni ed un altro dipendente dell’esercizio. Nella sparatoria sarebbero rimaste ferite una decina di persone. L’assalitore avrebbe avuto con sé una o più granate.

IL BLITZ DELLE TESTE DI CUOIO: ASSALITORE UCCISO
Il premier, Edouard Philippe, ha definito “grave” la situazione. Grazie all’intervento della gendarmeria i clienti presi in ostaggio sono stati successivamente liberati. L’aggressore è rimasto da solo all’interno del supermercato in compagnia di un agente. L’ufficiale, a quanto pare, si era scambiato con uno degli ostaggi. Lo ha riferito Le Figaro, citando proprie fonti. Si tratterebbe di un colonnello di 45 anni. Alla fine  le teste di cuoio francesi hanno dato l’assalto al supermercato di Trebes uccidendo il terrorista.