Da sinistra Mattia Carlin, Giorgio Aletti, Carlo Marsili (ospite) Umberto Vattani, Gennaro Famiglietti e Gianvico Camisasca

Il 10 aprile si è riunito il consiglio direttivo della Fenco, la Federazione nazionale dei consoli che ha sede presso il circolo degli affari Esteri a Roma.

Insieme al presidente Umberto Vattani, erano presenti Mattia Carlin, console onorario di Colombia a Venezia, responsabile dell’innovazione e politiche energetiche per Fenco e dipendente Enel nel settore del business, il vice presidente Gianvico Camisasca, console generale onorario di Slovenia a Milano, il coordinatore nazionale Gennaro Famiglietti, console onorario di Bulgaria a Napoli e Giorgio Aletti, console onorario a Milano della Repubblica Ceca.

Durante l’incontro si sono trattati vari temi, tra i quali quello dell’energia e sostenibilità, del rapporto tra la Federazione e le istituzioni locali e nazionali, del potenziamento della comunicazione e delle difficoltà alimentari di alcuni stati e Paesi con l’auspicio di migliorarne la qualità della vita.

Importanza si è data al valore che la Federazione dei Consoli può offrire, con le sue iniziative ai Paesi rappresentati e al Paese ospitante, l’Italia con i suoi 570 esteri, rappresentanti tra ambasciatori e consoli di carriera e onorari.

“La Federazione – fanno sapere dalla Fenco – si propone di tenere alto l’importanza del servizio svolto dai diplomatici, ambasciatori e consoli, dei Paesi riconosciuti dal Ministero degli affari esteri operanti in Italia. A tal riguardo a breve seguiranno molte iniziative, a carattere economico, culturale e sociale”.