Il ministro Rodolfo Nin Novoa

Il governo dell'Uruguay ha impresso un'accelerata ai negoziati per l'approvazione del Trattato di libero scambio col Cile. Trattative serrate sono in corso con l'opposizione per superare la fase di stallo determinata dall'intransigenza dell'ala di sinistra della stessa maggioranza, il Frente Amplio. 

"Nel Parlamento abbiamo i voti per far ratificare l'accordo, non è possibile che venga sequestrata la democrazia uruguaiana", ha dichiarato il ministro degli Esteri, Rodolfo Nin Novoa, secondo quanto riportato dal quotidiano El Pais.

Le dichiarazione del titolare del dicastero hanno suscitato critiche e polemiche proprio nel gruppo di sinistra del Frente Amplio, allineato in questo particolare ambito su posizioni vicine a quelle del Partito comunista e del movimento della deputata Constanza Moreira.