Due iraniani, muniti di passaporti israeliani falsi, sono stati arrestati a Buenos Aires in Argentina, e sono sospettati di attività terroristiche

Le forze armate della Colombia hanno arrestato sette componenti del clan del Golfo, l’organizzazione criminale dedita al traffico di stupefacenti. Gli arresti, riferiscono fonti militari citate dal quotidiano “El Espectador“, sono frutto di un’indagine durata 16 mesi. I componenti della banda operavano soprattutto nella regione settentrionale di Chocò, al confine con il Panama, uno dei principali corridoi di transito delle droghe.

LA DROGA VIAGGIA SUI FIUMI
Molto sfruttate, in questo senso, sono le arterie fluviali che percorrono la zona, sottoposta a un controllo della criminalità con pesanti ripercussioni anche sulle attività commerciali e sulla sicurezza dei residenti. Gli ordini di arresto sono stati spiccati con accuse di omicidio, traffico, fabbricazione e possesso di stupefacenti e associazione a delinquere.

EFFETTUATE 574 OPERAZIONI CONTRO IL CLAN
Secondo cifre fornite dalla polizia, negli ultimi tre anni sono state effettuate 574 operazioni contro il clan del Golfo, chiuse con la morte di 88 presunti delinquenti e l’arresto din oltre 1.900 persone.