L'esercito Usa invia cento bare alla frontiera delle due Coree per il rimpatrio dei soldati caduti nella guerra del 1950-53

L'esercito Usa ha annunciato l'invio di cento bare di legno al confine tra le due Coree, per ricevere da Pyongyang i resti dei soldati scomparsi durante la guerra di Corea del 1950-1953. Lo scrive il quotidiano "Washington Post" ricordando che la Corea del Nord ha acconsentito all'invio delle salme nel corso del vertice che il presidente Usa Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong-un hanno tenuto a Singapore il 12 giugno.

NON E' ANCORA CHIARO QUANDO AVVERRA' LA CONSEGNA DEI RESTI
Le operazioni dei militari statunitensi, scrive la testata, fanno pensare a una consegna imminente dei resti, ma non è ancora chiaro quando e dove effettivamente questa consegna avverrà.

NEL CORSO DEL CONFLITTO MORIRONO OLTRE 36 MILA SOLDATI USA
Tra il 1996 e il 2005, 33 operazioni militari congiunte tra Usa e Corea avevano permesso di recuperare i resti di 229 militari, ma le crescenti successive tensioni tra i due paesi hanno bloccato per oltre un decennio ogni collaborazione sul tema. Nel corso del conflitto sono mori oltre 36 mila militari statunitensi, compresi quelli archiviati come "missing in action".