Spagna sotto shock: in carcere per l'omicidio della moglie, liberato, uccide l'avvocatessa e si suicida

Due casi di omicidio-suicidio nel giro di poche ore. Uno nel Senese, l'altro in provincia di Messina dove due donne sono state uccise dai rispettivi mariti, che poco dopo aver commesso il folle gesto, si sono tolti la vita. La prima vittima è una donna di 40 anni originaria del Venezuela, soffocata con un cuscino dal coniuge italiano, agricoltore di 41 anni, trovato poi impiccato a un albero. La seconda è una 48enne di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), strangolata dall'ex marito, che poi si è suicidato impiccandosi.

IL PRIMO DELITTO A SIENA
Il primo caso è accaduto in un appartamento di Cetona, in provincia di Siena, dove la coppia viveva da un anno e mezzo. Qui è stato trovato il corpo senza vita della 40enne sud americana. I sospetti degli inquirenti si sono da subito concentrati sull'uomo, rinvenuto poco dopo impiccato a un albero. A dare l'allarme era stato il padre dell'uomo, che abita nella casa accanto a quella dei coniugi.

IL SECONDO OMICIDIO IN SICILIA
Il secondo omicidio è invece avvenuto a Barcellona Pozzo di Gotto, nel Messinese. Nicola Siracusa, un pasticcere di 53 anni, ha ammazzato l'ex moglie Maria Carmela Isgrò, 48enne, e poi si è tolto la vita impiccandosi. Secondo gli inquirenti l'uomo ha ucciso la donna, impiegata del comune del Longano, al termine di un violento litigio, probabilmente strangolandola. I due, separati legalmente e con una figlia, vivevano nello stesso stabile in piani diversi. La donna anche in passato aveva denunciato maltrattamenti.