Nicolas Melchiotti (foto da Facebook)

Cambio al vertice alla Enel in Argentina. Maurizio Bezzeccheri, finora numero 1 nel Paese, lascia la sua posizione per assumere quella di direttore generale della Region South America della multinazionale italiana sostituendo così nell’incarico Luca D’Agnese che si è dimesso per motivi personali.

In Argentina, al suo posto, dal primo agosto, ecco Nicola Melchiotti. “Lascio l’Argentina – ha detto Bezzeccheri – con una grande soddisfazione per il lavoro svolto, perché in questi anni è stato possibile riprendere la strada degli investimenti, canalizzare il servizio per portalo ai livelli che i nostri clienti meritano e vincere i primi megawatts rinnovabili con il progetto Pampa a Chubut che non sarà l’ultimo. Abbiamo inoltre anche ottenuto un notevole miglioramento nella disponibilità degli impianti”.

Poi Bezzeccheri ha voluto parlare anche del futuro. “Ho imparato molto dalla mia permanenza a Buenos Aires – ha aggiunto – resterò in contatto con questo Paese che ha ancora una lunga strada da percorrere per consolidare il suo sviluppo in materia energetica. Nicola ha il mio totale sostegno e sono sicuro che svolgerà un ottimo lavoro”.

Bezzeccheri, nato nel 1958, laureato ‘cum laude’ in ingegneria chimica ha ricoperto posizioni di grande rilievo in numerose multinazionali, sia in Europa che in America, ma anche nel Medio Oriente e nel sud-est asiatico. Ha cominciato nel gruppo Mannesmann (1986), poi ILVA (1992), quindi ancora General Electric (1996).

Dal 1999 fa parte del gruppo Enel, dove ha ricoperto posizioni di responsabilità e prestigio in diverse regioni. Ha guidato l’Argentina dal 2015. Nicola Melchiotti che subentra a Bezzeccheri in Argentina, ha ottenuto un master alla Harvard Business School , un altro in ingegnerai alla Ecole Superieure d’Electricité in Francia dopo essersi laureato al Politecnico di Milano. Dal 2010 al 2016 è stato direttore di area per il Messico e l’America Centrale per Enel Green Power, la branca che si occupa delle energie rinnovabili. Negli ultimi due anni ha lavorato in Europa sempre per Enel ed ora dovrà proseguire nel lavoro svolto dal suo predecessore.