Secondo quanto riferisce il quotidiano ‘El Pais’, dopo quasi due anni dalla firma, il parlamento dell’Uruguay ha approvato il Trattato di libero scambio con il Cile. Esulta il ministro degli Esteri uruguaiano Rodolfo Nin Novoa, che, ai microfoni di Radio Sarandi, ha dichiarato: “E’ costato sangue, sudore e lacrime, ma ce l'abbiamo fatta”.

Il sì all’accordo è arrivato con 85 voti favorevoli e uno contrario di Eduardo Rubio di Unidad Popular. Ora l’accordo va approvato in Cile: al momento è all’esame del Senato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome