L’Italia non vince più. Neppure l’amichevole con l’Ucraina, organizzata a Genova un mese e mezzo dopo la tragedia del crollo del Ponte Morandi, regala un sorriso alla truppa di Mancini. Finisce 1-1, con gli azzurri in vantaggio con Bernardeschi ma riacciuffati dopo una manciata di minuti dal gol di Malinovskiy. 

Nazionale schierata dal Ct col 4-3-3: Insigne centravanti proprio come nel Napoli, ma con due partner e non uno a supporto, Bernardeschi e Chiesa. A centrocampo due registi – Jorginho e Verratti – e un incursore, Barella. Commozione al 43′, quando per un intero minuto le squadre si fermano e il pubblico di Marassi applaude convinto in memoria delle 43 vittime della tragedia del 14 agosto.

Parte bene l’Italia, che nel primo tempo costruisce occasioni su occasioni vanificate da errori di mira e dalle prodezze di Pyatov. Lo stesso portiere ucraino, però, nella ripresa “regala” il vantaggio con una colossale papera su tiro di Bernardeschi al 10′.

L’Ucraina reagisce e trova il pari dopo 7′ con Malinovskiy, che di sinistro sorprende Donnarumma sugli sviluppi di un corner. Lo stesso Malinovskiy centra anche una traversa su punizione e a nulla valgono gli assalti finali dell’Italia: finisce 1-1.

ITALIA-UCRAINA 1-1 TABELLINO

Italia (4-3-3): Donnarumma; Florenzi (39′ st Piccini), Bonucci, Chiellini, Biraghi (43′ st Criscito); Verratti (25′ st Bonaventura), Jorginho, Barella (32′ st Pellegrini); Bernardeschi (12′ st Immobile), Insigne (32′ st Berardi), Chiesa. A disp. Gagliardini, Giovinco, Emerson, Sirigu, Tonelli. All. Mancini

Ucraina (4-5-1): Pyatov; Karavaev, Burda, Rakitskiy (43′ st Krivtsov), Matviyenko; Marlos (1′ st Tsygankov), Zinchenko, Sydorchuk (11′ st Stepanenko), Malinovskiy, Konoplyanka (25′ st Petryak); Yaremchuk (31′ st A. Kravets, 45′ st Butko). A disp. Boyko, V. Kravets, Lunin, Makarenko, Plastun, Yarmolenko. All. Shevchenko.

Arbitro: Obrenovic (Slovenia)

Reti: 10′ st Bernardeschi (I), 17′ st Malinovskiy (U)

Note: ammoniti Rakitskiy, Burda, Verratti, Chiesa. Spettatori 12mila circa.