Il maltempo non miete vittime solo al Nord. E’ una vera e proprio strage, quella successa nel Palermitano, flagellato dalla pioggia. Nove persone sono morte a Casteldaccia per l'esondazione del fiume Milicia: la furia dell’acqua ha travolto una villa in cui si erano riunite due famiglie per trascorrere la serata. Tra le vittime, figurano anche tre bambini.

Un’altra persona è invece morta a Vicari: si tratta di un automobilista che stava tentando di salvare un giovane bloccato nel suo distributore di benzina. Ci sono due dispersi.

"Una tragedia immane – ha commentato il sindaco di Casteldaccia, Giovanni Di Giacinto, che ha raggiunto il luogo della strage -. Non riusciamo ancora a comprendere come sia potuto accadere.

ALLARME ABUSIVISMO. 

Il sindaco Di Giacinto ha rivelato che la villa di Casteldaccia dove si è registrata la tragedia era abusiva e andava demolita. E il primo cittadino di Altavilla Milicia parla di "territorio devastato dall'abusivismo edilizio".

ALTRI DUE MORTI NELL'AGRIGENTANO.

Una coppia di giovani tedeschi, un uomo e una donna, è stata travolta in provincia di Agrigento da un torrente mentre era a bordo di un'auto noleggiata. I vigili del fuoco hanno al momento recuperato solo il corpo della donna.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome