(foto da Twitter)

Il martedì di Champions League fa registrare due pareggi ‘pesanti’ per Napoli e Inter contro le corazzate Paris Saint Germain e Barcellona. In un San Paolo gremito, nella notte del ritorno del grande ex Cavani e del record di presenze di Hamsik (512) che sorpassa il monumento Bruscolotti, gli azzurri tremano ma riescono ad acciuffare Neymar e compagni.

Campioni di Francia in vantaggio nel minuto di recupero del primo tempo con Bernat che sfrutta nel migliori dei modi l’assist di Mbappé. Ancelotti striglia i suoi e nella ripresa il Napoli mette sotto la squadra di Tuchel. Dal 50’ al 57’ almeno cinque le palle gol nitide create dai partenopei, che vanno a sbattere contro il muro Buffon, titolare in Europa dopo aver scontato la squalifica rimediata lo scorso anno con la maglia della Juve.

Al 60’ Callejon sbuca tra Thiago Silva e Buffon, che travolgono lo spagnolo: è rigore. Dagli undici metri Insigne non sbaglia e il San Paolo esplode di gioia.  Finisce 1-1 con il Napoli che aggancia in vetta il Liverpool (caduto clamorosamente a Belgrado) a quota 6, quindi Psg a 5 e Stella Rossa a 4.

Nel gruppo B, il solito Icardi salva l’Inter dal ko interno contro un Barcellona orfano di Messi. I blaugrana giocano meglio, ma i nerazzurri tengono botta soprattutto grazie alle parate di Handanovic. Nel finale Valverde getta nella mischia Malcom, che gli spagnoli in estate hanno soffiato alla Roma. Il brasiliano ex Bordeaux, finora utilizzato con il contagocce, segna subito. Partita finita? No, perché Spalletti può contare su una punta di razza come Icardi che all’87’ fissa il risultato sull’1-1. Nerazzurri secondi in classifica con 7 punti, a tre lunghezza dal Barça e a più tre sul Tottenham.

TUTTI I RISULTATI: