Col Portogallo, a San Siro, nel quarto e ultimo match della Uefa Nations League, finisce 0-0. Una buona Italia soprattutto nel primo tempo, non riesce dunque a superare i lusitani (primi – con ancora la la Polonia da affrontare – del Gruppo A3, a +2 sulla squadra di Mancini) e dice addio alle final four della competizione continentale. Poco male per gli azzurri, tuttora in fase di cantiere, che comunque avevano già evitato la retrocessione con la vittoria in Polonia.

BENE L’ITALIA NEL PRIMO TEMPO
Nella prima frazione di gioco la squadra di Mancini ha fatto vedere le cose migliori mostrando di essersi messa sulla strada giusta della rinascita. L’italia, infatti, ha giocato a lungo nella metà campo avversaria creando almeno cinque chiare occasioni da gol (clamorosa quella di Immobile al 5′) senza però riuscire a sbloccare il risultato.

SECONDO TEMPO DI MARCA LUSITANA
Nella ripresa i campioni d’Europa in carica si sono fatti più aggressivi, sfiorando il gol del colpaccio (alla mezz’ora con Carvalho). Per poi accontentarsi, nel finale, del punto che li proietta alle semifinali del torneo.

SEGNALI POSITIVI PER GLI AZZURRI
Segnali positivi in ogni caso, per gli azzurri, un anno dopo la drammatica serata, sempre a San Siro, contro la Svezia che ci costò la clamorosa eliminazione dal Mondiale a più di cinquant’anni dall’ultima clamorosa débacle.