Diventa tragica la rivolta in Francia contro il caro benzina: nelle manifestazioni andate in scena oggi, ha perso la vita una donna e oltre 200 persone sono rimaste ferite di cui 6 in modo grave. I dimostranti fanno parte di un movimento apolitico e sono scesi in strada indossando gilet gialli: la manifestazione è stata infatti chiamata “gilets jaunes“.

TRAVOLTA DA UN’AUTO E UCCISA
La donna che ha perso la vita era una manifestante: è stata travolta e uccisa nella zona della Savoia da un’auto guidata da un’altra donna che stava portando la figlia in ospedale.

I GILET GIALLI VOGLIONO RAGGIUNGERE L’ELISEO
Diverse centinaia di manifestanti hanno invaso gli Champs-Elysees, alcuni gruppi hanno tentato di dirigersi verso il vicino Eliseo per portare la contestazione sotto le finestre del presidente Emmanuel Macron. La polizia, schierata in forze, glielo ha per ora impedito, dividendoli in piccoli gruppetti e controllandoli a vista. Sugli Champs-Elysees, invasi dai “Gilet gialli”, una sola corsia e’ tenuta libera per polizia e ambulanze.

LA SITUAZIONE RESTA MOLTO TESA
La situazione, fra gli Champs-Elysees e la rue du Faubourg Saint-Honoré, dove sorge l’Eliseo, continua ad essere molto tesa. Gruppi di manifestanti tolgono il Gilet giallo, lo infilano in tasca e passano così i filtri della polizia. Poi lo indossano di nuovo all’avvicinarsi dell’obiettivo, in questo caso il palazzo della presidenza. Per far fronte a questa situazione inedita, il ministro dell’Interno, Christophe Castaner, è in contatto continuo con il presidente, Emmanuel Macron, e con il primo ministro, Edouard Philippe.

TAFFERUGLI TRA GRUPPI DI DIMOSTRANTI
Si registrano anche tafferugli fra gruppi di manifestanti che vorrebbero rispettare le regole dell’ordine pubblico e chi è pronto a tutto per avvicinarsi all’Eliseo, circondato da furgoni blindati della polizia e da agenti armati e in assetto antiguerriglia. Per fine giornata, crescono i timori di un passaggio all’azione di elementi “black bloc“, già presenti in tutte le ultime manifestazioni di piazza a Parigi.