Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli (da YouTube)

Se non fosse per il Napoli di Carletto Ancelotti, avrebbero potuto già assegnare lo scudetto alla Juventus. Invece, seppur in ritardo di 8 punti dai sette volte campioni d’Italia, i partenopei sono vivi e rispondono sul campo andando a vincere a Bergamo. Fabian Ruiz e Milik consentono agli azzurri (e a tutti gli appassionati di calcio) di tenere ancora accesa la fiammella della speranza.

Nessun dubbio sul fatto che la Juventus di Cristiano Ronaldo sia una, dieci, cento spanne sopra tutte le altre, ma un campionato già chiuso prim’ancora di assaggiare il panettone non gioverebbe all’appeal del nostro movimento calcistico. Venerdì c’è Juve-Inter: il Napoli di Ancelotti (e tutti gli appassionati di calcio) incrociano le dita. E sperano in un colpaccio della banda Spalletti.