Torino, protesta degli anarchici al processo "Scripta manent" ai 23 imputati per terrorismo: udienza sospesa, l'aula è stata sgomberata

La procura di Torino ha invocato l'applicazione della misura della sorveglianza speciale per due anni per quattro persone, appartenenti all'area antagonista, che in tempi diversi si sono recate in Siria per unirsi alle Ypg, le "Unità di milizia popolare" curde che combattono, fra l'altro, contro l'Isis.

RICHIESTA NOTIFICATA DALLA DIGOS
La richiesta, che secondo le prime informazioni comporta anche l'obbligo di dimora per i diretti interessati, è stata notificata dagli agenti Digos di Torino.

COINVOLTO NEI TAFFERUGLI CON LE FORZE DELL'ORDINE
La sorveglianza speciale è una misura di prevenzione. Il procedimento prevede un'udienza di discussione in tribunale, che verrà celebrata nelle prossime settimane. Uno dei quattro destinatari della richiesta della procura lasciò Torino, diretto verso la regione del Rojava, nel marzo del 2018, quando nel capoluogo piemontese era sottoposto a una misura cautelare (non in carcere) per episodi avvenuti durante dei tafferugli con le forze dell'ordine.