Per il prossimo 10 gennaio è stata convocata una sessione straordinaria del consiglio permanente dell’Osa, l’Organizzazione degli Stati Americani: la scelta della data non è casuale, visto che in quello stesso giorno è previsto l’insediamento ufficiale di Nicolas Maduro alla presidenza del Venezuela per il periodo 2019-2025.

Una rielezione che lo stesso Osa non ha riconosciuto, come fatto sapere in una recente risoluzione, a causa della mancanza dei presupposti di legalità e trasparenza nelle ultime consultazioni presidenziali tenute lo scorso mese di maggio.

Il consiglio permanente dell’Osa è presieduto dal salvadoregno Carlos Calles Castillo e la sua convocazione straordinaria è stata realizzata su richiesta dei rappresentanti di Argentina, Brasile, Canada, Cile, Colombia, Guatemala, Paraguay, Perù e Stati Uniti.