Jair Bolsonaro

Il neopresidente del Brasile, Jair Bolsonaro, potrebbe essere in Italia l’8 maggio, in occasione dell’anniversario della fine della Seconda guerra mondiale. In agenda non solo incontri istituzionali, ma anche una visita a Lucca, terra dei suoi nonni materni.

Il numero uno del Paese sudamericano lo ha annunciato in un’ intervista con Bruno Vespa a “Porta a porta” su Rai 1: “Le mie origini sono italiane, la mia famiglia è originaria di Lucca. Farò il possibile per esserci – ha assicurato -, sarà la prima volta che visiterò la terra dei miei nonni”.

Come riferito dal quotidiano ‘Il Tirreno’, l’annuncio dell’esponente di estrema destra è stato accolto in maniera piuttosto fredda, se non gelida, dal sindaco del comune toscano, Alessandro Tambellini (Pd): “Le idee politiche di Bolsonaro sono molto lontane dalle nostre”.

Intanto diversi gruppi antagonisti promettono manifestazioni pubbliche in caso di visita di Bolsonaro.