La settimana nera dell'Inter, apertasi col 3-3 di Firenze e le polemiche per il rigore concesso al 101' ai viola, si conclude con un'altra serata amara. A Cagliari i nerazzurri vanno addirittura ko, arrendendosi (2-1) alla formazione di Maran.

Grande prova dei rossoblu, che s'impongono con pieno merito. Di Ceppitelli, al 31', la rete che porta in vantaggio i sardi, ma al 38' arriva il pari nerazzurro di Lautaro Martinez. Al 43', poi, Pavoletti s'inventa una girata magica che riporta avanti i suoi. Nella ripresa l'Inter pressa, ma Cragno e la mira difettosa degli attaccanti vanificano gli sforzi - in verità piuttosto confusi - della squadra di Spalletti.

Icardi non c'è e allora nel finale il tecnico nerazzurro deve inserire Ranocchia per sfruttare un'altra torre in attacco. Il Cagliari regge e a tempo scaduto si guadagna un rigore per fallo di Skriniar su Despodov: Barella calcia alto, ma il risultato non cambierà più. Per l'Inter ora anche la Champions è a rischio.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome