Foto Depositphots

Nuovo colpo di scena nella già esplosiva situazione interna del Venezuela. Con un blitz degno di un film d'azione di Hollywood, l'intelligence del governo ha sequestrato Edgar Zambrano, numero due di Juan Guaidò e vicepresidente dell'assemblea nazionale.

A denunciarlo lo stesso presidente autoproclamato del paese, grande oppositore del leader eletto Nicolas Maduro. Secondo Guaidò, Zambrano è stato preso in consegna da agenti del Sebin, il Servizio Bolivariano di Intelligence.

Come? Addirittura con un'autogru. Quando l'auto su cui viaggiava Zambrano è stata circondata dai poliziotti, infatti, il politico si è rifiutato di scendere e si è asserragliato all'interno della vettura, che è stata letteralmente trainata dal mezzo pesante verso il vicino carcere.