Salvini e Fico (Depositphotos)

Neppure la Festa della Repubblica riesce a non far litigare gli esponenti del governo italiano. Lo screzio del 2 giugno porta le firme di Roberto Fico e Matteo Salvini.

Il presidente della Camera ha dedicato la festa a “tutti quelli che si trovano sul nostro territorio, è dedicata ai migranti, ai rom, ai sinti, che sono qui ed hanno gli stessi diritti”.

Immediata la replica del Ministro dell’Interno: “Le parole di Fico mi fanno girare le scatole e sono un torto a chi ha sfilato oggi. C'è gente che rischia la vita per gli italiani. Di legalità ce n'è poca nei campi rom".