(foto depositphotos)

Bufera, come se il caso non fosse già abbastanza ingarbugliato, sull'omicidio del carabiniere Rega. L'arma dei carabinieri oggi ha avviato un'indagine interna in seguito alla diffusione di un'immagine scandalosa che ritrae Natale Hjorth, uno dei giovani fermati, in caserma, bendato e con le mani legate dietro la schiena.

Il militare che ha dato l'ordine di bendare il giovane è stato immediatamente individuato. Il carabiniere si è giustificato sostenendo che sul monitor della stanza in cui era presente Hjorth erano visibili dati sensibili relativi ad altre inchieste che l'interrogato non doveva conoscere. Ora rischia di essere sospeso dal servizio.

IL SOSTEGNO ALL'ARMA Esponenti della politica hanno dato pieno appoggio all'Arma, tra cui Gian Marco Centinaio: "Si apre un'indagine perché era ammanettato e bendato? Siamo seri...". Pensiero condiviso anche da Giorgia Meloni: "A chi si indigna e a chi si affanna a montare il caso del delinquente bendato - scrive sui social - voglio ricordare che la vittima è un carabiniere barbaramente ammazzato a 35 anni, il carnefice un balordo drogato americano. Punto."

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome