(foto depositphotos)

Le prime pagine di tutti i quotidiani di oggi sono uscite “annerite”, in un’iniziativa che vuole sensibilizzare gli organi a una maggior libertà d’informazione nel Paese.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso sono stati i raid della polizia federale lo scorso giugno, in applicazione delle leggi di sicurezza nazionale, nell’abitazione di una giornalista della News Corp e nella sede dell’emittente pubblica nazionale Abc. La donna accusata di aver rivelato di piani segreti governativi per permettere all’intelligence di spiare il popolo australiano, l’emittente pubblica invece di aver trasmesso servizi che includevano prove di possibili crimini di guerra da parte di truppe speciali australiane.